LA LIBERTA’ PIÙ DIFFICILE

La libertà più difficile: da se stessi, dalle proprie paure, remore, sconforti, da quello che credi penseranno gli altri. Dall’immagine che si ha di se stessi e dalla pigrizia di non voler far qualcosa per cambiare.

I cambiamenti sono graduali, ma c’ è un momento in cui decidi di prendere una direzione. All’inizio qualcuno ti strattona indietro, o almeno così pensi, poi…..

Solo, verso la meta. O verso la metà. Alla metà della vita verso una meta che sarà finita.

(Frankvenice)

Precedente I MIGLIORI ANNI DELLA NOSTRA VITA Successivo BUTTO VIA - SILVANO STEFANI