Il mio suonare il pianoforte: segreti Baglioniani

Baglioni, e non solo.

Ma Lui torna sempre sui miei tasti, anche se sto suonando altro…

Quando suoni qualcosa, finisci sempre per cascare nel suo modo di armonizzare, un modo semplice in fondo, scorre la scala salendo e scendendo un grado alla volta, e poi ti sorprende con qualche salto inaspettato, una 5′ bemolle al basso che ti cambia tutto, per dire…

Provare a descrivere in parole semplici cosa sia non è cosa…

Provare a suonare e a individuare un “metodo” , nemmeno.

Però come il Re Mida (note casuali!) trasforma in “oro Baglioni” tutto ciò che canta e suona, anche se non l’ha scritto Lui.

Prendiamo ” quelli degli altri tutti qui ” , canzoni anni 60 storiche: rifatte da Claudio sembrano nuove, scritte da Lui, ci mette di quel suo che se non le conoscessi già, diresti che le ha appena scritte!

INCREDIBILE!

Così ne ho prese alcune, e le ho riproposte nelle sue versioni, è davvero fantastico come si possa vestire una canzone già bella con questi colori.

E per tornare al titolo dell’articolo, vi dirò che il mio suonare il pianoforte e il mio cantare, è quello di un piccolo artigiano, che nella sua piccola bottega prende ispirazione dai grandi sarti della musica.

Potete ascoltarle sul canale youtube, ho realizzato i video liveinstudio come sempre.

Http://www.youtube.com/frankvenice

– le tre canzoni che ho scelto, e che stanno uscendo sul canale nei prossimi giorni sono:

IL MONDO – Jimmy Fontana
IO CHE AMO SOLO TE – Sergio Endrigo
IO CHE NON VIVO – Pino Donaggio

…. Magari ne aggiungerò altre, intanto condividete con i vostri contatti questa buona musica.

A presto Francesco, Frankvenice

IMG_0079-0.JPG

Precedente Dieci anni Successivo torno presto!